Dichiarazioni 2019, così il monitoraggio delle anomalie dei diagnostici - Quotidiano del Fisco del 18/06/2019

quot fisco 18.08

di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

La gestione degli errori è sicuramente uno degli aspetti più complessi da affrontare per i produttori di software di qualsiasi settore, ma in particolare per chi realizza procedure gestionali. Se infatti è vero che non è sicuramente facile predisporre una procedura informatica per poter gestire in modo automatizzato un adempimento fiscale, ancora più complesso risulta intercettare e segnalare gli errori in modo chiaro e comprensibile agli operatori, e soprattutto farlo in modo preventivo rispetto al momento dell’invio telematico.

 

A tutto ciò si aggiunge l’ulteriore problematica relativa alle “errate segnalazioni” delle procedure di controllo e dei sistemi di accettazione degli enti destinatari, che sono quelle che di fatto impediscono di espletare una pratica o di effettuare un invio telematico. In questi casi l’operatore non è quasi mai in grado di risolvere autonomamente il problema e nella generalità dei casi non può che rivolgersi all’ente destinatario.

Per cercare di supportare gli intermediari nella gestione di queste delicate situazioni, AssoSoftware ha attivato anche quest’anno, sul proprio sito istituzionale, liberamente accessibile a tutti gli intermediari, il servizio on line di monitoraggio delle segnalazioni “false positive”, ossia delle anomalie segnalate “per sbaglio” dai software di controllo di Sogei, in relazione ai modelli di dichiarazione dei redditi, che da quest’anno contemplano anche i nuovi modelli Isa

Il servizio è frutto di un intenso lavoro effettuato dalle software house aderenti all’sssociazione che quotidianamente si confrontano, per il tramite di AssoSoftware, con i referenti incaricati di agenzia delle Entrate e Sogei. Il risultato di questa attività è un documento in formato Excel, continuamente aggiornato, che offre agli intermediari un quadro sostanzialmente completo e “rassicurante” circa la possibile inesattezza di alcune segnalazioni di anomalia generate dai controlli Sogei, inesattezza che chiaramente comporta l’impossibilità per gli operatori di comprendere la natura di tali segnalazioni.

Nell’elenco sono registrate esclusivamente le anomalie «certe», cioè verificate dalle software house e convalidate dalla Sogei; per agevolare la ricerca, le segnalazioni sono inoltre ordinate in modo cronologico e differenziate per versione del software di controllo, mettendo puntualmente in evidenza se l’anomalia è ancora presente o se è già stata oggetto

di opportuna correzione con una release successiva.
Ricorrendo a questo servizio, se l’anomalia riscontrata è tra quelle censite, l’intermediario dovrà semplicemente attendere il rilascio da parte della Sogei della nuova versione del software di controllo; solo nel caso in cui la segnalazione del diagnostico non sia stata ancora documentata da AssoSoftware, l’intermediario dovrà contattare la propria software house oppure il call center dell’Amministrazione finanziaria.

I controlli Sogei per i modelli dichiarativi
È dall’ormai lontano 1999 che le dichiarazioni dei redditi vengono trasmesse telematicamente con Entratel. Sono passati quasi 20 anni e il meccanismo è rimasto sostanzialmente lo stesso. Il che va visto in senso assolutamente positivo, visto che - ad esempio - per la fatturazione elettronica, l’inspiegabile assenza dei controlli Sogei si è fatta sentire, e non poco.

Il controllo preventivo delle dichiarazioni evita, di fatto, lo scarto in fase di accettazione nella quasi totalità dei casi. Chiaramente anche tale meccanismo non è esente da errori, per cui talvolta i controlli non sono corretti, oppure le segnalazioni sono poco comprensibili, tanto che talvolta non risulta possibile trasmettere le dichiarazioni.

Dal sito di AssoSoftware (clicca qui per accedere alla pagina ) è possibile scaricare liberamente il file zip, che contiene al suo interno il file Excel «Documento segnalazioni diagnostici 2019_agg_gg-mm-2019.xlsx», contenente tutte le indicazioni necessarie agli intermediari per verificare se le segnalazioni “dubbie” eventualmente rilevate rientrano fra quelle catalogate da Assosoftware quali anomalie dei software di controllo.

Le segnalazioni sono inoltre ordinate in modo cronologico e differenziate per versione del software di controllo, con specifica evidenza se l’anomalia è ancora presente o se è già stata oggetto di opportuna correzione con una release successiva.
Le informazioni fornite, sono catalogate in:
•segnalazioni a sfondo rosso;
•segnalazioni a sfondo giallo;
•segnalazioni a sfondo verde.

Le condizioni che determinano l’inserimento della segnalazione, da parte di AssoSoftware, all’interno del documento possono essere di due tipi:
•quando la software house abbia autonomamente rilevato il problema in fase di collaudo delle procedure;
•quando il problema sia stato segnalato da un cliente della software house alla software house stessa, da questa verificato e ritenuto imputabile ai controlli Sogei.

In entrambi i casi la segnalazione viene inoltrata dalla software house a Sogei - non direttamente, ma tramite il forum AssoSoftware - per un’ulteriore verifica e per l’eventuale conferma.

Più in dettaglio, le segnalazioni a sfondo rosso sono quelle per le quali è stata segnalata un’anomalia dalle software house e questa è in attesa di riscontro da parte di Sogei.
Quelle a sfondo giallo sono quelle che, a parere di Assosoftware, verranno rimosse con la pubblicazione della prossima versione della procedura di controllo.
Quelle a sfondo verde sono quelle che sono state già risolte in una precedente versione dei controlli Sogei oppure che, in attesa della correzione, sono in qualche modo bypassabili - seppure con qualche virtuosismo - dalla software house.

Le informazioni fornite sono organizzate per colonne:
•data e ora pubblicazione interventi sul forum AssoSoftware;
•modello di dichiarazione;
•quadro della dichiarazione;
•gravità dell’anomalia (***);
•versione della procedura di controllo;
•note e suggerimenti operativi.

L’intermediario dovrà contattare la propria software house o il call center dell’amministrazione finanziaria solo qualora la segnalazione del diagnostico non sia stata documentata da AssoSoftware.

Se l’anomalia è invece fra quelle censite, questi dovrà semplicemente attendere il rilascio da parte della Sogei della nuova versione del software di controllo (in tale occasione l’anomalia verrà indicata nell’elenco come verde).

Il servizio di consultazione delle anomalie segnalate rimarrà attivo, come di consueto, fino al termine di scadenza della presentazione dei modelli Redditi.